lunedì 18 novembre 2019

#TORRESINDACO: GENIO E SREGOLATEZZA RACCONTATI IN UN LIBRO

zerocinque23 dedica un servizio al libro su Stefano Torre.

#TORRESINDACO: GENIO E SREGOLATEZZA RACCONTATI IN UN LIBRO

un vulcano a Borgofote, il centro della città navigabile, un vindotto a servizio dei privati. 

C'è questo e molto altro nel libro TorreSindaco  storia di un uomo che promise un vulcano a Piacenza. Torre, come ha scritto Andrea Scanzi nella Prefazione, non è solo genialoide ed auto ironico, c'è di più molto di più. 

L'autore del libro, uscito da pochi giorni in libreria, il giornalista piacentino Marcello Pollastri, ha imparato a conoscerlo in campagna elettorale, quando nella primavera scorsa Torre ha deciso di candidarsi alla poltrona di primo cittadino.


il libro su Torre è in vendita qui: https://goo.gl/1gkHpF

POLLASTRI: è nato tutto dal fatto che ho dovuto seguire Torre per questa campagna e mi è stato detto: prova a guardare questo su facebook, e io vedo questo strano candidato che fa un video da Bettola, e dico: mah, sarà la solita panzana, insomma, un po’ una cosa come altre già viste, invece devo dire che è stato incredibile, mi ha fatto ridere da matti con quel video, e ho iniziato a seguirlo con un certo piacere, poi ho scoperto che in fondo Stefano Torre aveva qualcosa da dire, che non era semplicemente slogan e battute e non era solo l’ironizzare sulla politica.

Una conoscenza che è diventata amicizia ed ha permesso a Torre di Raccontarsi.

Una storia a tratti di sofferenza, ma comunque sempre e comunque sopra le righe.

POLLASTRI: Io amo dire che Stefano Torre è un po’ un equivoco, nel senso che ha ottenuto un ottimo risultato alle elezioni, oltre il 4%; ha sfiorato l'elezione in consiglio comunale; qualcuno dice un eroe dell'anti politica, secondo me invece no, è un eroe della politica, perché in ogni sua frase c'è un messaggio, poi da qui in avanti, quello che farà, la sua nuova candidatura a premier, vedremo cosa succederà.

Mi ha colpito molto la sensibilità di Stefano Torre, perché dietro ai messaggi di Torre, a volte goliardici, a volte estremi, c'è veramente un pensiero. Conoscendolo poi, è una persona che ha sofferto per la sua malattia.

Ci siamo avvicinati, abbiamo raccontato, cercato di capire, e forse anche la politica era una risposta a tante sue domande, e quindi, dargli una mano, a prescindere dalle idee politiche, e lui ne ha di idee politiche. Mi ha colpito soprattutto la sua forza interiore e la sua capacità di voler andare avanti, anche di sfidare la sorte, e anche dove non è facile fare certe performance, a Piacenza, una città un pò chiusa, sempre con 'sto cilindro in testa, con questa fascia tricolore, ma in realtà lui lo ha fatto lo continua a fare. Può non piacere il suo stile ma ha di sicuro un messaggio da lanciare.

Non sono in pochi a pensare che Torre sia il vero vincitore della competizione elettorale, una volta inteso che dietro la sparata c'è sempre stato un messaggio.

POLLASTRI: devo dire che mi è dispiaciuto il fatto che non sia entrato in consiglio comunale, non tanto perché avrebbe fatto uno spettacolo continuo in aula, ma perché comunque ha ottenuto una risposta dall'elettorato, il 4,28 % significa che c'era gente che credeva in lui, sicuramente una parte sarà andata a votarlo perché era un personaggio nuovo e perché era simpatico, ma una parte lo ha fatto perché aveva capito il suo messaggio. E’ un peccato che non ci sia nessuno della sua componente in consiglio comunale, ma secondo me ci riproverà.

Un libro che si avvale del contributo di più mani, oltre a quelle dell'autore. Andrea Scanzi e Giorgio Lambri per la prefazione. Tomas Trenchi ed Enzo Latronico per l'appendice documentale. A credere fin dall'inizio nel prodotto, tanto da proporlo all'autore, Gabriele Dadati del Papero Editore: Sono uno dei genitori di questo libro, ed uno che guarda un figlio gli brillano gli occhi. Se ho la capacità, come spero, di fare un passo di lato e quindi con un po’ di lucidità sul figlio appunto, mi sembra che sia veramente uscito un libro speciale, molto rispondente anche alla storia che racconta, una storia pirotecnica, e quindi un libro pirotecnico. Per come è confezionato dal punto di vista della copertina , la fascetta tricolore che abbiamo voluto mettere, la composizione dei testi … è davvero giusto per raccontare una storia come quella, e devo dire sono soddisfatto, non capita spesso un libro così giusto per un editore.



Visualizzazioni: 1.326
Altre Pagine sull'argomento
  • [Piacenza Sera] TorreSindaco, in un libro la storia del "candidato bionico"
    Arriva in libreria il volume #TorreSindaco (Papero Editore), che racconta la vicenda di Stefano Torre dall'infanzia
    Arriva in libreria il volume #TorreSindaco (Papero Editore), che racconta la vicenda di Stefano Torre dall'infanzia - con la scoperta della malattia, gli anni di sofferenze, i due interventi e il ritorno alla vita - fino alla bizzarra campagna elet
    Pubblicata il:05/12/2017
  • Elezioni comunali 2017, il candidato sindaco: «più viagra per tutti»
    Pubblicato da Giornalettismo il 6 giugno 2017
    Entra nel vivo la campagna elettorale a Bettola (Piacenza), dove Stefano Torre si candida alla carica di primo cittadino con la lista civica Prima Piacenza. Nel corso di un dibattito politico con gli altri aspiranti sindaci del comune al voto il
    Pubblicata il:07/12/2017
  • Il video promozionale del libro TorreSindaco su TG TORRE
    Storia dell’uomo che promise un vulcano a Piacenza
    è disponibile il Libro Torre sindaco, l'uomo che promise un vulcano a Piacenza. Il libro, scritto da Marcello Pollastri con Thomas Trenchi ed Enzo Latronico, narra di Torre a 365 gradi
    Pubblicata il:05/12/2017
  • L’uomo che promise un vulcano a Piacenza, la storia di Stefano Torre raccontata in un libro
    Piacenza24 dedica un articolo al libro su TorreSindaco
    Arriva nelle librerie “TorreSindaco. Storia dell’uomo che promise un vulcano a Piacenza”. Domenica 11 giugno 2017 a Piacenza gli elettori sono stati chiamati a scegliere chi avrebbe guidato la città per i cinque anni successivi. Mentre ancora la
    Pubblicata il:05/12/2017
  • Perché Io in realtà sono Jonathan Swift
    Piacenza 10 novembre 2017 – scritto per la fabbrica dei grilli
    Che ci sia vita su Marte è un fatto accettato ed accertato dalla scienza ufficiale. Non lo si è mai divulgato, ma i miei molti amici scienziati me lo confermano: su Marte c’è un ciclo diurno dell’anidride carbonica la cui unica spiegazione può es
    Pubblicata il:29/11/2017
  • Torre: Auto rappresentazione del paradosso
    Oscar Giannino e Alessandro Milan : Maggio 2017
    Oscar Giannino: Lei è una manifestazione della benevolenza divina verso i piacentini, perché vuole metterli di buon umore. Trovo nel suo auto-paradosso rappresentato una forma apparentemente mai coltivata - perché la politica si prende troppo sul
    Pubblicata il:28/11/2017
© Tutti i diritti sono riservati
powered by Infonet Srl Piacenza
Privacy Policy
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Maggiori informazioniOK
- A +