venerdì 26 aprile 2019

Il regime dei ballanudi e lo storytelling contemporaneo

Il torrismo entra nello storytelling contemporaneo come un vulcano che sta per eruttare.

Il regime dei ballanudi e lo storytelling contemporaneo

Piacenza 29 novembre ventidiciassette

Il torrismo entra nello storytelling contemporaneo come un vulcano che sta per eruttare.

Se nel grafico gaussiano della suddivisione della ricchezza, che è poi il grafico del come è messa la società contemporanea che non possiede altri valori oltre al denaro, c’è una minoranza di paperoni magnasghei, una altrettanta minoranza di poveracci ed una maggioranza di gente che si barcamena ed è il panettone, Stefano Torre entra a ribaltare il tavolo perché parla di felicità.

gaussiana ripartizione della ricchezza

Lo storytelling contemporaneo, raccontato dai paperoni magnasghei, è rivolto a quelli che sono nel panettone, perché dei poveracci non frega niente, li fa oscillare te la preoccupazione di finire nei poveracci e la speranza di entrare nella cerchia dei paperoni magnasghei.

I paperoni magnasghei anno un braccio armato: l’informazione e l’entertainment.

Il compito della informazione, come dice il nostro ideologo Natalino Balasso, è trasmettere paura, insicurezza, disorientamento e odio, mentre quello dell’entertainment è diffondere: consolazione, speranza e fatalismo.

Ma i Torrismo rompe gli schemi, perché se da un lato ci si trova ad avere un maggioranza di fatalisti rassegnati a tal punto da aver rinunciato al voto ed impaurita così tanto da girare con gli occhi bassi per strada e non salutare mai il nessuno, dall’altra c’è Stefano Torre che offre la possibilità di alzare la testa e, finalmente, mandarli tutti a cagare.

Il come è semplice: facendo una croce su Torre si sfracellano gli schemi mentali, si ribalta il paradigma della politica e della presa in giro.

Perché farsi prendere in giro è una cosa seria, molto seria!

Ed allora facciamolo questo Vulcano a Milano, e portiamoci anche il mare! Allora dichiariamola sta guerra alla Francia, ed andiamo a riprendercela la Gioconda! Allora cominciamo a pensare alla felicità della gente!

Ribaltiamo il luogo comune della politica che prende in giro l’elettorato e iniziamo a fare il contrario.

Prendiamo noi per il culo loro! Ribelliamoci al regime dei conta balle, dei ballanudi!

FIRMATO TORRE



Visualizzazioni: 144
© Tutti i diritti sono riservati
powered by Infonet Srl Piacenza
Privacy Policy
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Maggiori informazioniOK
- A +